Singletrail schleswig holstein

Per sostenere economicamente l'iniziativa istituirono rassegne e gare che avevano come obiettivo il rilancio nell'equitazione.

Una scelta di coraggio e di fiducia nelle proprie capacità, che nel giro di pochi anni avrebbe trasformato una situazione compromessa in una realtà invidiata da tutto il mondo.

Ma l'evoluzione che ha portato all'odierno cavallo Holsteiner comincia con l'operato di Georg Ahsbash, il quale riformò le piccole associazioni del tempo che allevavano tipi diversi di cavalli, per uniformare la razza.Così fu chiesto agli allevatori se volessero continuare privatamente la propria attività. Mann sucht frau salzburg Questi accettarono, costituendosi in un consorzio, l'Holsteiner Verband.Possiamo anche dire che la politica di continuare ad allevare in rigorosa selezione anche nei momenti difficili, ha fatto sì che la cultura dell'allevamento non si interrompesse mai». «Allevare è un fatto di tradizione, quindi di mentalità ancor prima che di passione, ed è radicato nel nostro dna. Insomma, alla fine il cavallo Holsteiner cresce bene per un complesso di fattori, non sarebbe lo stesso se fosse allevato altrove». Il tipico cavallo Holsteiner è un cavallo attento, ma allo stesso tempo sereno.L’espressione dei suoi occhi è sempre vivace ed intelligente.

Singletrail schleswig holstein

Tanto per fare un esempio, nel recente Gran Premio "Il Resto del Carlino" al Pavarotti International di Modena, dei primi cinque soggetti classificati ben quattro erano portavano questo marchio.È Holsteiner Calvaro V (da Cantus-Merano), montato da Willi Melliger, il migliore della finale a quattro ai Weg di Roma, dove il titolo iridato è stato vinto comunque da un altro Holsteiner, Gandini Lianos (da Landlord-Landego) montato da Rodrigo Pessoa.I suoi nervi d’acciaio lo rendono una macchina da sport davvero imbattibile ed affidabile.Il suo eccellente temperamento ed il suo carattere equilibrato lo distinguono tra tutti i prodotti dell ‘Allevamento tedesco. Holsteiner, marchio vincente Dal 1960 a oggi un formidabile consorzio privato di allevatori tedeschi ha trasformato i propri cavalli agricoli in campioni sportivi apprezzati in tutto il mondo. Sui campi ostacoli di tutto il mondo i cavalli Holsteiner si impongono con sempre maggiore frequenza.L'Holsteiner verband Ovvero il Centro equestre di allevamento, equivalente al nostro Istituto di incremento ippico, è il consorzio degli allevatori e sorge a Elmshorn, pochi chilometri a nord-est di Amburgo, nella regione dello Schleswig-Holstein, adiacente al locale ippodromo.

  • Komplett kostenlos flirten Essen
  • Casual dating kosten Stuttgart
  • Dating sites danmark Brøndby
  • Date sider gratis Vordingborg
  • Kostenlos flirten und schreiben ohne anmeldung
  • Sie sucht ihn kostenlos Solingen
  • Thai dating i danmark Struer
  • Seriöse partnervermittlung Remscheid

La prima cosa che si vede arrivando dalla strada è la statua di Landgraf I (da Ladykiller xx), uno dei capistipite della razza odierna, nell'aiuola prospiciente la costruzione principale in mattoni rossi, sede degli uffici.

Nel 1960 il governo del Land, ancora alle prese con la ricostruzione postbellica, decise di non investire più nell'allevamento.

In tutto lo Schleswig-Holstein rimanevano soltanto un migliaio di fattrici delle quattro mila prima esistenti.

Come funziona l’allevamento Tutti gli allevatori sono membri del consorzio, l'Holsteiner Verband, e in ognuna delle dodici circoscrizioni eleggono i rispettivi delegati, uno ogni 50 fattrici. La dirigenza elegge sia il direttore generale dello Pferdezentrum - quello attuale è Norbert Boley -sia il direttore del settore allevamento, attualmente Thomas Nissen.

Questi delegati, a loro volta, scelgono cinque dirigenti e altrettanti consiglieri. La dirigenza inoltre nomina anche le varie commissioni: dei puledri, delle fattrici, degli stalloni, e anche la commissione d'appello stalloni, cioè quella che può rivedere il parere della commissione stalloni qualora nascano delle divergenze rispetto alla loro approvazione. All'interno di ciascuna circoscrizione, ogni allevatore produce nell'ambito di una determinata linea femminile di sangue (le famiglie).

Add comment

Your e-mail will not be published. required fields are marked *